Organizzato da Criteriumitalia, Best of Italy Race e T°RED sarà la prima gara per bici fisse a Piacenza
con ospite Alessandro Petacchi.

Per la prima volta una gara di ciclismo “fixed” ufficiale valida per il Campionato Italiano FCI si
svolgerà a Piacenza. La sede scelta per l’evento è il Ciclodromo di Piacenza in Corso Europa
considerato dagli organizzatori una struttura perfetta per lo svolgimento di una gara a scatto fisso.
Le gare “fixed” sono una trasposizione su percorsi stradali di gare su pista. Proprio le biciclette da
pista, senza cambio, con un solo rapporto a scatto fisso e soprattutto senza freni sono le protagoniste
di questa tipologia di gare che spesso si corrono sul filo di medie orarie vicine ai 50Km/h su percorsi
cittadini o circuiti di circa un chilometro da percorrersi più volte. La durata delle gare non supera i 45
minuti per uno spettacolo raramente concesso al pubblico appassionato di ciclismo da competizioni
tradizionali. Il Ciclodromo di Piacenza peraltro permette una visione pressocchè completa del percorso
garantendo al pubblico uno spettacolo senza pari.
Regina di questo tipo di manifestazioni è, a livello internazionale, la REDHOOK CRITERIUM svoltasi
quest’anno a Brooklyn e che vedrà il 6 ottobre la sua tappa conclusiva a Milano. La RedHook è una
gara che raccoglie corridori professionisti e amatori da ogni angolo del mondo. Più di 600 gli iscritti
quest’anno e quasi 10.000 gli spettatori dell’edizione 2017 a Milano.
L’Italia non è da meno avendo organizzato quest’anno il primo Campionato Italiano a squadre grazie
alla Federazione Ciclistica Italiana e a Criteriumitalia che ha supportato l’organizzazione delle più
importanti gare quest’anno.
Dopo Roma, Firenze, Milano, Rimini e tante altre importanti città il Campionato Italiano disputerà a
Piacenza l’ottava prova valida per la classifica a squadre e la quattordicesima prova del Campionato
Italiano individuale e sono attesi i più forti atleti della specialità. Leader del ranking è l’argentino
Facundo Lezica (T°RED FACTORY RACING) corridore professionista due volte campione nazionale e
nazionale argentino ai Giochi Olimpici e ai mondiali in pista e su strada, con Martino Poccianti
(CYKLEN DIVISIONE CORSE Campione del mondo fixed 2017 e Campione Italiano in carica) al
secondo posto e Giovanni Longo (Team Bahumer e dilettante nel team Northwave) e Andrea Tincani
(IRD Squadra Corse) in lotta per il podio.
Il programma – Il programma prevede una gara femminile che si disputerà su 25 minuti + un giro, una
gara “Rookies” per amatori di 35 minuti più un giro e la gara “Pro” con partenza prevista alle ore 11.30
di 40 minuti + 1 giro.
La gara si inserisce negli eventi collaterali alla manifestazione Best of Italy Race and Tour prevista per
questo weekend a Castell’Arquato che lo scorso anno ha ospitato la prima edizione in un formato
sperimentale.
La gara di Piacenza si annuncia come importantissima per diversi motivi:
Sarà infatti l’ultima gara prima dei Campionati Italiani di Lissone (22 settembre) e potrebbe chiudere
in modo definitivo le classifiche team e individuali già con una prova d’anticipo.
Per chi non ha mai visto questo tipo di gara ciclistica lo spettacolo è garantito dalla qualità degli
atleti in gara e dal formato della competizione.
Ospite della manifestazione (già da sabato presente alla Best of Italy Race a Castell’Arquato) sarà l’ex
ciclista professionista Alessandro Petacchi, uno dei più forti ciclisti italiani di sempre con le sue
centottantasette vittorie oggi pronto a nuove sfide su due ruote.
E’ possibile per chiunque abbia una bicicletta da pista e sia iscritto alla Federazione Ciclistica Italiana o
a enti riconosciuti iscriversi al GP anche domenica mattina dalle ore 9 presso l’impianto di Corso
Europa. Le gare inizieranno alle 10:00 con la prova femminile, a seguire le prove maschili Rookies e
Pro.
Per l’occasione il tracciato da percorrere è stato dedicato ai più importanti ciclisti piacentini legati al
mondo dello scatto fisso: gli atleti si troveranno così ad affrontare la Curva Santi, la Curva Perini, le
Curve Ermeti 1 e 2, il rettilineo del Balosso, la Curva Golinelli, il Rettilineo Pavesi per chiudere con il
Tornante Bronzini poco prima della linea di traguardo.